Accademia MIBES: Medicina Integrata, Benessere e Salute

Piattaforma eLearning
Vuoi vedere gratuitamente 5 minuti di questo e altri corsi?
Clicca qui per iniziare la tua prova!




    In relazione all'informativa sulla privacy:
    Autorizzo al trattamento dei dati

    Eleonora Garibaldi

    Gli assi ormonali HPA, HPT, HPG inseriti nel razionale osteopatico e finalizzati al trattamento del paziente – Corso on-demand

    Corso in modalità on-demand – Attestato incluso

    65,00

    + IVA

    Una volta acquistato, potrai vedere il corso per sempre!

    Durata: 1 ora e 45 minuti
    Moduli: 6
    Lezioni: 6
    Crediti ECM: Nessuno
    Programma completo in pdf: scarica

    Se hai partita IVA, l'acquisto del corso è detraibile al 100% come spese di formazione secondo il D.D.L. 2233

    I

    SCOPRI DI PIÙ SUL CORSO!

    DESCRIZIONE DEL CORSO

    Durante il corso sarà spiegato il significato di asse ormonale, ovvero quel meccanismo a cascata che avviene ogni volta che ormoni o neuro trasmettitori entrano in circolo, e nello specifico si parlerà dell’asse HPA e degli assi HPT, HPG, quindi di ipotalamo, ipofisi e surrenali, tiroide e gonadi con i rispettivi ormoni – cortisolo, T3-T4, androgeni ed estrogeni – in modo da avere una visione integrata di tutti i sistemi che sono spesso alla base di alcuni disturbi somatici. Si accennerà alle differenze dei sistemi endocrino e neurovegetativo in relazione alla risposta del paziente agli stimoli, interni o esterni, il tutto sempre finalizzato ad una valutazione che prenda in considerazione la complessità del corpo.
    Conoscere quali ormoni circolano e quali strutture li secernono è di grande interesse poiché, grazie alle tecniche osteopatiche basate sul principio del sollecitare il corpo del paziente per ritrovare il giusto equilibrio, permette di avere un quadro clinico chiaro e, di conseguenza, di riuscire a scegliere come e quando effettuare un test o una tecnica osteopatica, prendendo in considerazione i legami tra sistema endocrino, neurovegetativo, miofasciale e muscolo scheletrico.
    Il corso metterà in evidenza il dolore psicosomatico, concetto fondamentale in osteopatia perché è alla base del principio per cui corpo, mente e spirito sono inscindibili. Quindi, sarà più facile comprendere come i dolori articolari, stati infiammatori come fasciti plantari o capsuliti, si possono manifestare anche senza, in apparenza, un trauma o un fattore scatenante, ma durante una semplice attività di vita quotidiana.
    Durante il corso verrà sottolineata l’importanza di alcuni stati d’animo, che spesso sono la conseguenza di un disequilibrio ormonale, e di come questo modo di approcciarsi al paziente, insieme alla collaborazione con altri specialisti, è la via vincente per ridare al paziente i giusti input per ritrovare e potenziare lo stato di salute.

    REQUISITI PER PARTECIPARE

    Il corso è aperto a tutti gli osteopati, agli studenti di osteopatia e ai fisioterapisti ma, visti gli argomenti trattati e soprattutto l’importanza della collaborazione interdisciplinare, è consigliato anche a tutti i professionisti sanitari e delle discipline corporee che vogliono comprendere il rapporto tra asse HPA, assi ormonali, sistema limbico, neurovegetativo, miofasciale e muscoloscheletrico e gli effetti delle terapie manuali.

    FINALITÀ ED OBIETTIVI

    Il focus del corso è:

    • mettere in evidenza la relazione tra ormoni (come cortisolo, testosterone o T3) e la risposta infiammatoria di un tessuto con l’insorgenza di un dolore, mal di testa, lombalgia, un blocco articolare o il classico colpo della strega;
    • evidenziare come e quando effettuare alcune tecniche osteopatiche su strutture anatomiche legate all’asse HPA e agli assi ormonali – come ipotalamo, talamo, amigdala o ipofisi;
    • aiutare l’osteopata nell’analizzare le persone attraverso una suddivisione tra due grandi tipologie di pazienti, in modo da avere una maggior facilità nel ragionamento clinico osteopatico e nella scelta di trattamento, ricordandosi sempre che potenziare il sistema corpo facilita la possibilità di attingere alle risorse presenti in ogni individuo, risorse utili a ritrovare l’equilibrio tra i sistemi.

    ELEMENTI DISTINTIVI

    Il corso è strutturato in moduli, per dare la possibilità di dedicare il giusto tempo e per apprendere delle nozioni importanti per una valutazione precisa del paziente.
    Il corso ha come elemento distintivo l’integrazione di alcune tecniche osteopatiche del viscerocranio con altre tecniche più comunemente usate durante i trattamenti osteopatici.
    All’interno del corso si darà spazio all’importanza della collaborazione tra varie figure professionali, poiché si parlerà di asse HPA, amigdala, ipotalamo, tiroide e molto altro.
    Inoltre, verrà fornito un modello di valutazione e di interpretazione della postura molto significativo, in modo da poter condurre l’osteopata verso un razionale osteopatico preciso e adatto al paziente.
    Benché il corso sia prevalentemente teorico, i partecipanti possono – e sono invitati a – mettersi in contatto con la docente tramite le funzionalità della piattaforma (messaggistica privata, forum, chat) al fine di scambiarsi idee ed esperienze cliniche, oltre che per organizzare incontri di approfondimento pratico.

    DOCENTI DEL CORSO

    ELEONORA GARIBALDI

    Diploma di laurea in Terapista della riabilitazione, Laurea di primo livello in Fisioterapia, diploma in Osteopatia, iscritta al Master in Osteopathy al Metropolia University of Applied Sciences, Helsinki. Da 15 anni docente di osteopatia sia nella formazione base, specialmente nell’ambito miofasciale e muscoloscheletrico sia in corsi post graduate sia in Italia che all’estero.

    APPROFONDIMENTI DAL BLOG

    Oltre i confini dell’osteopatia: Gli assi ormonali come chiave per il successo clinico

    Gli assi endocrini HPA (ipotalamo-ipofisi-surrene), HPG (ipotalamo-ipofisi-gonadi) e HHPT (ipotalamo-ipofisi-ipofisi posteriore-tiroide) rappresentano una complessa rete di comunicazione tra il cervello e le ghiandole endocrine del nostro corpo. Pur essendo argomenti che possono sembrare ostici per molti, conoscere a fondo questi assi può apportare un enorme valore per un osteopata e migliorare significativamente la sua efficacia clinica. In questo articolo, esploreremo cinque motivi chiave che spiegano perché la conoscenza di questi assi endocrini può fare la differenza nel lavoro di un osteopata, sfatando nel contempo alcuni dubbi e obiezioni comuni. Continua sul blog