loader image

Alessandro Casini

Webinar – Teoria Polivagale: Evidenze Scientifiche e Falsi Miti

Corso webinar – Attestato incluso

30,00

+ IVA

Non puoi partecipare al webinar? Va tutto bene!

Se acquisti il corso, avrai a disposizione la registrazione per vederla quando vuoi!

Inoltre, potrai interagire con i docenti e approfondire i temi trattati come se avessi partecipato al webinar in diretta!

Durata: 1 ora e 30 minuti, sabato 12 marzo 2022
Moduli: 1
Lezioni: 1
Crediti ECM: nessuno
Programma completo in pdf: scarica

Se hai partita IVA, l'acquisto del corso è detraibile al 100% come spese di formazione secondo il D.D.L. 2233

I

SCOPRI DI PIÙ SUL CORSO E SUI DOCENTI!

DESCRIZIONE DEL CORSO

La teoria polivagale, elaborata da Stephen Porges, rappresenta probabilmente il più famoso tentativo di spiegare le relazioni presenti tra mente e corpo. Nella sua teoria, Porges presenta il nervo vago come attore principale nella regolazione sia delle componenti corporee (come ad esempio il battito cardiaco), sia delle componenti psichiche (come gli aspetti sociali ed emotivi). Sebbene la teoria polivagale sia stata accolta con molto entusiasmo e integrata in vari ambiti della pratica clinica, sono numerosi i ricercatori che mettono in guardia sui suoi limiti e sulle sue imprecisioni in ambito anatomico e fisiologico. Nel corso di questo webinar verrà analizzata la teoria polivagale alla luce delle più recenti evidenze nell’ambito delle neuroscienze, mettendone in risalto limiti e punti di forza, e verrà inquadrato in un’ottica più attuale e articolata il ruolo del nervo vago nel mantenimento di omeostasi e salute.

Dettaglio degli argomenti trattati:

  • La teoria polivagale – Fondamenti anatomici e fisiologici
  • La teoria polivagale nella clinica
  • Evidenze scientifiche contrastanti con la teoria polivagale
  • Modelli alternativi alla teoria polivagale
    • Modello Interocettivo
    • Modello di Integrazione Neuro-Viscerale
  • Applicazioni pratiche
    • L’utilizzo della Heart Rate Variability (HRV)
    • Il nervo vago come chiave di accesso alla salute del paziente

REQUISITI PER PARTECIPARE

Il corso è rivolto a tutti coloro che si occupano di salute e benessere, a patto che possiedano una formazione di base sulla fisiologia umana. Visto che il fulcro della lezione sarà la relazione tra mente e corpo, il corso è particolarmente indicato sia per coloro che lavorano sul corpo (fisioterapisti, osteopati, laureati in scienze motorie, massaggiatori, insegnanti di discipline corporee), sia per coloro che lavorano sulla mente (psicologi, psicoterapeuti).

FINALITÀ ED OBIETTIVI

L’obiettivo del corso è fornire una visione attuale e articolata del sistema nervoso autonomo (SNA) e del suo ruolo nelle relazioni mente-corpo. In quest’ottica, verranno approfonditi i più importanti modelli di funzionamento autonomico, come la teoria polivagale e il modello di integrazione neuroviscerale. Verrà inoltre dato spazio ai risvolti clinici di questi modelli, sia da un punto di vista valutativo che terapeutico.

ELEMENTI DISTINTIVI

Il corso, attraverso le evidenze fornite dalle più recenti pubblicazioni sull’argomento, mira a descrivere e ad ampliare i concetti di relazione mente-corpo proposti da Stephen Porges nella sua Teoria Polivagale. La teoria di Porges servirà come punto di partenza per approfondire concetti importanti nelle relazioni tra corpo e mente, come anatomia e fisiologia del SNA, network neurali implicati nella regolazione (omeostatica, emozionale e sociale), interocezione, tono vagale.

DOCENTI DEL CORSO

ALESSANDRO CASINI

Laureato in Fisioterapia nel 2011 e diplomato in Osteopatia nel 2017 a pieni voti, oltre a svolgere la professione ambulatoriale sul territorio fiorentino, dal 2017 si occupa di Heart Rate Variability (HRV), sia nel campo della formazione che della ricerca, e delle sue applicazioni pratiche. Nel 2020 ha pubblicato, insieme ad altri colleghi del gruppo di ricerca di C.O.M.E. Collaboration, un articolo sulla rivista Frontiers in Neuroscience inerente all’utilizzo dell’HRV in terapia intensiva neonatale (TIN). Si occupa inoltre dei progetti di clinica, ricerca e formazione sulla HRV che vengono portati avanti presso il Centro di Medicina Osteopatica (CMO) di Firenze.