loader image

Massimo Agnoletti

Hai mai pensato che il tuo rapporto con il tempo influenza grandemente le tue scelte? e che determina dei fattori anche psico-neuro-endocrino-immunologici del tuo organismo?

Il settore della psicologia scientifica chiamato Prospettiva Temporale ha ormai da tempo dimostrato che la relazione psicologica che ciascuno di noi ha nei confronti del nostro presente, del passato e le aspettative che abbiamo degli eventi futuri, corrisponde ad un particolare stile psicologico che condiziona le nostre scelte, i comportamenti, gli stili di vita e, in ultima analisi, la nostra salute.

Il prof. Phil Zimbardo, psicologo di fama mondiale della Stanford University e fondatore della Prospettiva Temporale, ha chiamato “paradosso del tempo” il fatto che pur essendo ormai assodato che la relazione psicologica che abbiamo nei confronti del tempo plasma tutti i nostri processi decisionali e quindi i comportamenti che adottiamo, essa è quasi totalmente inconscia e automatica.

Pur essendo che la Prospettiva Temporale è una dei più potenti fattori che influenzano il nostro comportamento, in genere, non ne abbiamo consapevolezza e di conseguenza non ne abbiamo il controllo.

Phil Zimbardo, in più di 30 anni di ricerche scientifiche condotte attraverso una rete di ricercatori sparsi in tutto il mondo di cui ho l’onore di far parte, ha dato fondato il settore della Prospettiva Temporale che può essere anche definita lo studio scientifico di come suddividiamo il flusso delle nostre esperienze in specifiche categorie temporali.

Naturalmente tutte le persone pensano sia ad eventi del proprio passato che del presente che relativi il proprio futuro, ma ciascuno di noi adotta una particolare configurazione relativa a “quanto” frequentemente e al “come” si focalizza in una o più di queste dimensioni temporali.

Esistono persone che sono più focalizzate sul passato (pensiamo ad esempio alle persone che soffrono di depressione), mentre altre sono più orientate sulla dimensione del loro presente (pensiamo a chi è più festaiolo) mentre altre preferiscono pensare agli obiettivi ed agli scenari futuri della loro vita.

La Prospettiva Temporale ha dimostrato che queste differenze psicologiche nel modo di vivere il tempo si riflettono in moltissimi fattori psicologici e fisiologici che includono il modo di gestire lo Stress, la propensione a procrastinare, l’efficacia nel raggiungere gli obiettivi, gli stili di vita salubri, l’autocontrollo, la qualità del sonno, la probabilità di soffrire di ansia o depressione, di sviluppare dipendenze così come tantissime altre variabili psicofisiche identificate dalla letteratura scientifica.

Mangio un cibo salubre o mi concedo un qualcosa di godereccio, faccio attività motoria o preferisco rilassarmi sul divano, accetto una proposta lavorativa stimolante ma che richiede molte energie?

Sono solo degli esempi delle decisioni piccole o grandi che dobbiamo prendere quotidianamente e che sono grandemente influenzate dallo stile psicologico che adottiamo nei confronti del tempo.

Oggi, grazie alla Prospettiva Temporale, possiamo misurare e valutare questi differenti stili psicologici per migliorare le nostre vite e la nostra salute oltre che supportare più efficacemente i nostri clienti/pazienti.

La Prospettiva Temporale ha definito uno strumento per misurare il rapporto che abbiamo nei confronti del tempo, il questionario ZTPI (Zimbardo Time Perspective Inventory), validato in più di 25 nazioni su oltre 20000 persone che permette di individuare lo specifico stile psicologico che rappresenta la relazione che abbiamo nei confronti del tempo.

Il questionario ZTPI rappresenta uno strumento prezioso per qualsiasi professionista del benessere psicofisico perché permette non solo di definire con maggiore chiarezza il percorso di supporto identificando i punti di debolezza e di forza dell’assistito ma offre anche la possibilità di monitorare nel tempo l’efficacia del percorso.

E tu, pensi di essere più focalizzato sul presente, passato o sul futuro?

Se vuoi saperne di più, iscriviti al corso La prospettiva temporale come strumento pratico nel supportare il cliente-paziente in ottica PNEI.

(Fonte immagine: https://profilotemporale.it/)

Bibliografia

  • Agnoletti & Zimbardo (2021), La connessione tra la prospettiva temporale ed il sistema dopaminergico della ricompensa, Medicalive Magazine, 4:16-24.
  • Agnoletti & Zimbardo (2020), La connessione tra la Prospettiva Temporale e la Variabilità Cardiaca, Medicalive Magazine, 10:19-28.
  • Agnoletti (2019), La Prospettiva Temporale e i processi epigenetici d’invecchiamento cellulare dei telomeri, Medicalive Magazine, 2:12-15.
  • Stolarski et al. (2015), Time perspective theory; review, research and application: Essays in honor of Philip G. Zimbardo, Springer, Cham.
  • Zimbardo & Boyd (2008), The Time Paradox: The new psychology of time that can change your life, Simon & Schuster, New York.